Questo sito usa Google Analytics per raccogliere dati sull'utilizzo, in modo da offrire un'esperienza utente sempre migliore. Cliccando su "accetto", permetti di abilitare il tracciamento delle tue interazioni con IP anonimo su questo sito web. Potrai revocare il consenso in qualsiasi momento. Troverai l'impostazione dedicata nel pié di pagina di questo sito.

Come un ermellino nel fango

27Gennaio2019

17:00 – 19:00

Arci Pessina Via San Bernardo, 17

“Come un ermellino nel fango” è una metafora che evoca un grande sentimento di sopraffazione e dolore: è la metafora che Liliana Segre ha creato per descrivere la sua vita da ragazzina all’interno di un campo di concentramento dove è stata rinchiusa per più di un anno e dove ha perso il padre e i nonni paterni.
La bellezza e la forza di questa piece teatrale risiede nel fatto che è basata su testi della Serge (e di Tadeusz Borowski) e che quindi parla allo spettatore con lo stesso potere umano che avrebbe, appunto, una persona che ha vissuto sulla propria pelle tutte le atrocità delle leggi razziali e la furia nazista. Uno spettacolo che non vuole far commuovere ma fare “resistenza” e creare consapevolezza, umanità e empatia. Proprio in quest’ottica il circolo Pessina è lieto di presentarlo a tutti voi proprio domenica 27 gennaio, il giorno dedicato alla memoria delle vittime dell’olocausto.
Lo spettacolo sarà presentato dalla Consigliera Comunale Diana De Marchi.

NuoviPaesaggiCulturali è un progetto a cura di terzo paesaggio, Federgat / Teatri del Sacro e Arci Milano, con il patrocinio di Comune di Milano – Cultura, nell’ambito del programma Lacittàintorno.